Il giorno della memoria

Luciana d’Arcangeli   Flinders University

Da qualche giorno l’Olocausto è il tema imperante di mail e messaggi su Facebook, tutto in preparazione del giorno della memoria. Credo sia importantissimo aver dedicato un giorno alla commemorazione delle vittime del Nazismo ed a tutti coloro che hanno cercato di salvare i perseguitati ma sono altrettanto sicura che non basti. Noi abbiamo l’obbligo di ricordare, di tramandare, di evitare oggi quella che Hannah Arendt chiamo’ “la banalità del male”.   

Moni Ovadia nel suo “Il dovere di ricordare. Riflessioni sulla Shoah” parla di “un crimine perpetrato dall’ottusa normalità del consenso”. Ecco, credo che tutti quanti noi dobbiamo giornalmente lottare contro quell’ottusa normalità che è in noi, semplicemente perche’ siamo responsabili di quello che ci accade intorno.

Una placca sul muro di Auschwitz legge:

“solo quando nel mondo a tutti gli uomini sarà riconosciuta la dignità umana, solo alllora potrete dimenticarci”.

Ne abbiamo di lavoro da fare prima di dimenticare… Purtroppo.

Nel frattempo vi segnalo alcune novità editoriali:

Robert S. C. Gordon, Scolpitelo nei cuori. L’Olocausto nella cultura italiana (1944-2010) (Bollati Boringhieri, pp. 345, €27) – con recensione di Marco Belpoliti

Marco Paolini, Ausmerzen – con video su youtube

Bruno Maida, La Shoah dei bambini. La persecuzione dell’infanzia ebraica in Italia 1938-1945

Claudio Vercelli, Il negazionismo. Storia di una menzogna 

Tagged ,

Leave a comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s