Tag Archives: Vincenzo Rabito

I papiri di Carmelo Campanella

Chiara Ottaviano   Cliomedia Officina (Torino)

Carmelo Campanella e il suo papiroCarmelo Campanella è nato a Ragusa nel 1931 e ha vissuto fino a pochi anni fa in campagna allevando bovini. In tarda età ha scoperto di essere custode di un “patrimonio” di valore: era il 2000, l’anno del giubileo, e si trovava su un pullman diretto a Roma insieme ad altri pellegrini. Per intrattenere la comitiva, qualcuno si era impossessato del microfono e aveva cominciato a recitare qualche strofa in dialetto di non so più quale storia di santo, ricevendone grande apprezzamento. A quel punto il sig. Campanella, superando la timidezza, ha pensato di offrire all’auditorio un piccolo saggio della sua straordinaria memoria e del suo vastissimo repertorio di storie e di “cunti”, di canzoni e di preghiere, di motti di spirito e indovinelli, quasi tutto in versi e in dialetto siciliano. E’ stata l’ammirazione suscitata in quel gruppo di sconosciuti, così racconta, a renderlo improvvisamente consapevole del “tesoro” posseduto. Da qui la determinazione nell’intraprendere la sua avventura culturale, ovvero la trascrizione di tutto ciò che aveva impresso nella memoria a cui attribuiva rilevanza e valore, ritenendo che quel tesoro dovesse essere salvato per le generazioni successive e quindi condiviso. La scrittura era il mezzo.

Continue reading

Tagged , , , ,

The story of Terra matta

rmis20.v018.i02.coverThose who know Vincenzo Rabito’s autobiography published as Terra matta (Einaudi, 2007) or have seen the film Terramatta; Il Novecento italiano di Vincenzo Rabito analfabeta siciliano (2012) will be interested in the recent special issue of the Journal of Modern Italian Studies (2014, vol. 19, no.3) dedicated to the analysis of both book and film. The highlights are the accounts by the editors of the original typescript, Luca Ricci and Evelina Santangelo, of their work in making the text accessible to a wide readership, and the descriptions by the co-screenwriters Chiara Ottaviano (producer) and Costanza Quatriglio (director) of the making of the film. Bernadette Luciano and Susanna Scarparo set Terramatta; in the context of Quatriglio’s other work; and Giovanni Rabito explores some of the differences between his father’s first and second (unpublished) autobiographies.

Tagged , , ,