Tag Archives: Sicily

Terra nostra

terra_nostra_cover_web_1024x1024In Terra Nostra the Palermo-born photographer Mimi Mollica explores the effects of the mafia on Sicily, documenting the damage it has inflicted on the physical and social landscape of the island and painting a dark picture of extortion, corruption and claustrophobia. The view is bleak, seedy and haunting, the violence itself mostly off-stage but its consequences, direct and indirect, all too visible. Mollica’s photo-essay is introduced by one of the island’s most active anti-mafia magistrates, Roberto Scarpinato.

 

Tagged , ,

I papiri di Carmelo Campanella

Chiara Ottaviano   Cliomedia Officina (Torino)

Carmelo Campanella e il suo papiroCarmelo Campanella è nato a Ragusa nel 1931 e ha vissuto fino a pochi anni fa in campagna allevando bovini. In tarda età ha scoperto di essere custode di un “patrimonio” di valore: era il 2000, l’anno del giubileo, e si trovava su un pullman diretto a Roma insieme ad altri pellegrini. Per intrattenere la comitiva, qualcuno si era impossessato del microfono e aveva cominciato a recitare qualche strofa in dialetto di non so più quale storia di santo, ricevendone grande apprezzamento. A quel punto il sig. Campanella, superando la timidezza, ha pensato di offrire all’auditorio un piccolo saggio della sua straordinaria memoria e del suo vastissimo repertorio di storie e di “cunti”, di canzoni e di preghiere, di motti di spirito e indovinelli, quasi tutto in versi e in dialetto siciliano. E’ stata l’ammirazione suscitata in quel gruppo di sconosciuti, così racconta, a renderlo improvvisamente consapevole del “tesoro” posseduto. Da qui la determinazione nell’intraprendere la sua avventura culturale, ovvero la trascrizione di tutto ciò che aveva impresso nella memoria a cui attribuiva rilevanza e valore, ritenendo che quel tesoro dovesse essere salvato per le generazioni successive e quindi condiviso. La scrittura era il mezzo.

Continue reading

Tagged , , , ,

Sicily and Scotland: an odd couple?

TullochCoverR2-RGB-SMLBrought together for the first time in the recent Sicily and Scotland: Where Extremes Meet, edited by Graham Tulloch, Karen Agutter and Luciana d’Arcangeli (Troubadour, 2014), Sicily and Scotland prove to have some surprising similarities as well as predictable differences. Both once independent nations, they are now part of larger nation-states, but each retains a deep sense of independent cultural and political identity rooted in a distinctive history and language. Both are favoured destinations of tourists and travel writers – an attraction illustrated here by studies of Scottish travellers writing about Sicily. And both have been significant sources of emigration, their peoples moving far across the world towards very different experiences as settlers in their new nations.

Continue reading

Tagged ,

The story of Terra matta

rmis20.v018.i02.coverThose who know Vincenzo Rabito’s autobiography published as Terra matta (Einaudi, 2007) or have seen the film Terramatta; Il Novecento italiano di Vincenzo Rabito analfabeta siciliano (2012) will be interested in the recent special issue of the Journal of Modern Italian Studies (2014, vol. 19, no.3) dedicated to the analysis of both book and film. The highlights are the accounts by the editors of the original typescript, Luca Ricci and Evelina Santangelo, of their work in making the text accessible to a wide readership, and the descriptions by the co-screenwriters Chiara Ottaviano (producer) and Costanza Quatriglio (director) of the making of the film. Bernadette Luciano and Susanna Scarparo set Terramatta; in the context of Quatriglio’s other work; and Giovanni Rabito explores some of the differences between his father’s first and second (unpublished) autobiographies.

Tagged , , ,

Quando scrivere è una lotta

podcastLuca Ricci, regista teatrale e curatore insieme a Evelina Santangelo dell’edizione Einaudi di Terra matta, racconta come è venuto in contatto con l’autobiografia di Vincenzo Rabito, un siciliano autodidatta, che ha ispirato il film terramatta;. Nel suo lavoro all’Archivio diaristico nazionale a Pieve Santo Stefano (il paese toscano distrutto nel 1944, la cui storia è stata raccontata da uno dei suoi cittadini più famosi, Amintore Fanfani, nel suo Una Pieve in Italia), Luca Ricci ha curato diversi testi di scrittori non-professionisti per la pubblicazione. Evelina Santangelo è una scrittrice siciliana: il suo romanzo più recente è Cose da pazzi (Einaudi, 2012).

Tagged , , ,

Nasce l’Archivio degli iblei

Chiara Ottaviano   Cliomedia Officina

header_home

E’ online il portale dell’Archivio degli Iblei.  Gli Iblei comprendono i paesi del sud-est della Sicilia fra il ragusano e il siracusano, e l’iniziativa dell’archivio online è nata all’interno del Progetto Terramatta, il cui primo prodotto è stato il film documentario Terramatta; Il Novecento italiano di Vincenzo Rabito analfabeta siciliano. Il film, tratto dal libro quasi omonimo del chiaramontano Vincenzo Rabito (Einaudi, 2007), è stato presentato nella scorsa edizione della Mostra internazionale del cinema di Venezia e ha ricevuto numerosi riconoscimenti, tra cui il Nastro d’Argento 2013 come miglior documentario italiano dell’anno. Lo si potrà vedere a Melbourne il prossimo 3 dicembre in una serata organizzata dall’Istituto italiano di cultura e ad Adelaide nell’ambito del Convegno ACIS, dove Terramatta sarà anche tema di un panel.

Continue reading

Tagged , , , ,

La legge è uguale per tutti…or is it?

Catherine Williams   La Trobe University

Upon hearing that Italy’s Constitutional Court has today released the reasons for its decision on the conflict between the powers of the President and the powers of Palermo’s Office of Public Prosecutions, the first thing that came to my mind was that comforting phrase inscribed on all Italian courts of law: ‘la legge è uguale per tutti’ (a maxim of such importance it is even given a constitutional guarantee in Article 3 of the Italian Constitution).

Continue reading

Tagged , , ,

THE ROAD TO CAPACI

Catherine Williams   La Trobe University

We stop the car just before the Capaci exit from the highway leading towards Palermo. Ever since one of my former professors lent me a biography of Giovanni Falcone, at the beginning of my doctoral research in 2011, I had been determined that my next trip to Sicily would include a pilgrimage of sorts to this stretch of highway where Falcone, his wife (magistrate Francesca Morvillo), and three members of their security escort (Rocco Dicillo, Antonio Montinaro and Vito Schifani) lost their lives on 23 May 1992.  An interview in Palermo with Antonio Ingroia, to speak about the impacts of Law 45/2001 – which substantially amended the legal framework regulating the relationship between the state and mafia collaboratori di giustizia, and is the subject of my doctoral research – finally provides me with the opportunity I’d been waiting for.

Continue reading

Tagged ,