Author Archives: edda

Nella nebbia di Milano: uno studio ciclo-etnografico – Note del 09/03/2018

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

Qui in Milanesia la stagione delle nebbie è quasi giunta al termine, e presto si celebrerà l’inizio della stagione delle zanzare (che coincide più o meno con l’inizio della nostra primavera). Durante questa stagione si intensificano i viaggi rituali in bicicletta (noti come La Biciclettata Della Domenica) verso i più remoti confini dell’arcipelago milanesiano. IMG-20170404-WA0003L’inizio della stagione delle zanzare segna però, ahimé, la scadenza per inviare il mio primo report al comitato finanziatore, seccante ma necessaria incombenza al fine di ottenere i necessari contributi economici per proseguire la mia ricerca. Contributi economici tanto più necessari per il mio aver incautamente reclutato un assistente di ricerca sindacalizzato, che, appena assunto, ha subito proclamato uno sciopero della ricerca precaria per ottenere un aumento della preventivata retribuzione di mezza michetta al giorno, con minestra di verze domenicale.

Continue reading

Nella nebbia di Milano: uno studio ciclo-etnografico – Note del 19/09/2017.

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

Dopo i lunghi anni passati nella mia spietatamente, tediosamente e perennemente assolata patria a insegnare le noiose lezioni propedeutiche di “Antropologia milanesiana” agli studenti del corso di laurea in “Culture delle società brumose” sono finalmente riuscita a vincere un grant per IMG_20170919_151726continuare le mie ricerche. Sto partendo per la dolcemente nebbiosa Milanesia, mia mai dimenticata terra d’elezione e culla della mia tesi di dottorato “Malmostosità e festosità tra i nativi milanesiani: uno studio etnografico”. Ancora non mi capacito di come il comitato si sia finalmente deciso ad allentare i cordoni della borsa e concedermi un finanziamento per intraprendere questa nuova esplorazione della cultura milanesiana! Finanziamento ancora più sorprendente se considero che nel comitato siedono tre importanti capi tribù i cui figli e nipoti sono tra i numerosi studenti che non sono ancora riusciti a superare, dopo una dozzina di tentativi, l’esame del mio corso propedeutico… Bontà loro. Continue reading

Tagged

Un altro panettone!

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

Qui in Milanesia ci si appresta a celebrare le tradizionali festività del reciproco scambio rituale di panettoni (Orlandi 2012), conosciuto nella letteratura come il Circuito Kula Natalizio.Panettone for EO post Come ogni anno, fervono i preparativi della tradizionale competizione per diventare la famiglia che riesce a rifilare più lievitati, arrivando al contempo a rimanere dopo Capodanno con un solo panettone (non uno di più, ma neanche senza panettoni, cfr. Orlandi 2014). Pur costatando un sostanziale rispetto delle tradizioni secolari già descritte da numerosi antropologi, durante il mio attuale soggiorno in Milanesia ho potuto notare alcune innovazioni, che rendono conto dei processi di globalizzazione che hanno recentemente investito anche queste terre remote.

Continue reading

Tagged ,

Diario etnografico Expo 2015 – Note dal Campo del 15/04/2015

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

Ecco, lo sapevo che ne avrei combinata un’altra delle mie! Accidenti, ho fatto un altro errore proprio da etnografa pivella. Con tutte quelle domande sull’Expo sono stata scambiata per un’emissaria dei potenti Grandi Capi locali, forse persino per una spia dell’Amministrazione coloniale. Eh sì che tutti i manuali di metodologia mettono doverosamente in guardia l’aspirante apprendista etnografo: sempre chiarire che non si lavora a favore e per conto del Potere, ma solo e soltanto per Sete di Conoscenza. thumb_arancia

Ecco il perché di tutta quella reticenza tra i nativi?! Ad ogni modo ora mi sto dando un gran daffare per correggere questa falsa impressione sul mio conto, non sottraendomi quando necessario dal partecipare alla condivisione delle maldicenze sul Festival e sul suo sicuro fallimento (sempre, naturalmente, con la dovuta discrezione, come saggiamente raccomandava il Prof. del corso di “Ethnographic Research in Italy – Advanced”). Questi pronostici infausti sono proclamati con tono compiaciuto da quasi tutti i miei informatori, ma non capisco se si tratti davvero di reali speranze oppure di scaramanzia rituale.

Continue reading

Tagged , ,

Radio Milano Liberata

2005-12-31 23.00.00-38Per il 70° anniversario della Liberazione dal Nazifascismo Radio Popolare sta trasmettendo, dall’inizio dell’anno e fino al 25 aprile, “Radio Milano Liberata”, progetto che racconta la storia della Resistenza nel Milanese. Particolarmente interessanti le interviste ai combattenti per la libertà. La trasmissione è in onda il sabato mattina dalle 11.30 e i podcast di tutte le puntate sono disponibili qui.

Tagged , , , , , ,

Diario Etnografico Expo 2015 – Note dal Campo del 18/12/14

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

WP_20141218_10_32_41_ProImmediatamente dopo il mio arrivo ho subito notato la costruzione di due nuovi tipi di manufatti edilizi di cui non si trova traccia nella letteratura antropologica milanesiana. Si può dunque ipotizzare che si tratti di innovazioni recentemente acquisite dall’esterno grazie al contatto con ignote popolazioni straniere. Anche se mi sfugge il legame con l’Expo 2015 mi pare di intuire, dai discorsi dei nativi, che si tratta di migliorie intraprese nel gruppo dei villaggi di Milano che hanno qualche connessione con questo evento. Continue reading

Tagged , ,

Diario Etnografico Expo 2015 – Note dal Campo del 14/12/14

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

Risalendo il corso del fiume Lambro dalla Melegnanesia sud-orientale sono finalmente giunta al raggruppamento dei villaggi di Milano, meta del mio viaggio di ricerca.

Scorcio di orto invernale in uno dei villaggi che compongono il territorio di Milano.

Scorcio di orto invernale in uno dei villaggi che compongono il territorio di Milano.

La prima impressione che ho avuto dei nativi non è stata molto incoraggiante: sembra si tratti di genti diffidenti e poco socievoli, sia nei miei confronti che nei confronti dei membri della stessa comunità (su questo cfr. Moss 1919). A questa freddezza che caratterizza la vita quotidiana si accompagna però quella che sembra essere una vera passione per i grandi festeggiamenti e i rituali collettivi, quasi a compensare la chiusura che caratterizza invece le interazioni di tutti i giorni. Quali siano gli effetti di una vita sociale caratterizzata da questa estrema alternanza sulla vita psichica dei selvaggi rimane un mistero ancora da svelare.

Continue reading

Tagged ,

25 aprile 2014: 69° anniversario della Liberazione a Milano, Città Medaglia d’Oro della Resistenza

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

Se c’è una discrepanza tra la Costituzione e la realtà, non si cambia la Costituzione, si cambia la realtà (Carlo Smuraglia, Presidente Nazionale ANPI, dal palco della Festa della Liberazione dell’Italia dal nazifascismo, Piazza Duomo, Milano, 25 aprile 2014).

1. L’Euro, la Crisi, le Tasse (queste sconosciute?): l’altro lato del corteo della Festa della Liberazione.

2. Le Bandiere, gli Striscioni e i Cartelli (disclaimer: una selezione NON esaustiva).

Continue reading

Tagged ,

Riflessi di immagini: Magico 2014

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

Le lettrici e i lettori affezionati ricorderanno che già lo scorso anno si parlò di Magico e di San Felice sul Panaro in questo blog. L’edizione di quest’anno si è svolta la scorsa domenica 23 marzo e io c’ero per raccontarvela, accompagnata anche da un volenteroso fotografo e una gioiosa assistente fotografa che hanno immortalato per noi gli straordinari personaggi arrivati dalla Parigi e dalla Provenza fine ottocentesche a San Felice, per portarne le strade e le piazzette dentro dei quadri impressionisti.Locandina orizzontale 400px

Su di loro lascio parlare i “riflessi di immagini” e le didascalie che trovate qui sotto. Quello che non c’è nelle fotografie sono invece gli ottimi gnocchi fritti e frittelle salate serviti dall’efficientissimo gruppo scout locale (mai ristoro di fiera fu meglio organizzato), le gentili signore del banchetto con le cartoline e l’annullo postale, le simpaticissime bariste del caffè dietro la Rocca, i negozietti tenacemente mandati avanti nei container post-terremoto, i fiori di carta color lavanda a decorare il grazioso paesuzzo, la drogheria-latteria di via Mazzini, la nuvola di pioggia arrivata a mezzora dall’inizio della manifestazione a rovinar quasi la festa (ma poi l’è scappata subito, veh!). Insomma, come non accorrere ancora più numerosi il prossimo anno?

Continue reading

Tagged , , ,

La festa del Panettone riciclato

Edda Orlandi   Università degli Studi di Milano

514px-Saint_Blaise_Louvre_OAR504Il 3 febbraio, San Biagio, si celebra in Lombardia la Festa del Panettone avanzato. Giorno successivo alla Candelora (“Madona de la Candelora, de  l’inverna sem feura, pieuv, fioca ou tira vent, per quaranta dì sem amu indent”), San Bias (“du ur a squas”) rappresenta l’ultima occasione favorevole per recuperare dalla dispensa i panettoni natalizi avanzati, riciclandoli in omaggio alla tradizione che stabilisce che “San Bias benedis la gula e ‘l nas”: mangiando una fetta di panettone oggi si eviteranno infatti raffreddori e mal di gola fino alla fine della stagione invernale, anche nel caso, si suppone, che le condizioni metereologiche infauste, come quelle di quest’anno, abbiano fatto presagire altri 40 (-1, 39!) giorni d’inverno. Continue reading

Tagged , ,