Oggi drammaturgia – Inedite visioni

Luciana d’Arcangeli   Flinders University

Ricevo da Cendic – Centro Nazionale Drammaturgia Italiana Contemporanea – il depliant appena “sfornato” sui loro 4 giorni di teatro contemporaneo inedito “Oggi drammaturgia – Inedite visioni” e ne condivido le informazioni (non potendo condividere il pdf). Se siete a Roma non mancate!

7-8-9-10 gennaio 2013

ogni giorno un doppio appuntamento ore 19:00 e ore 21:00

Teatro Lo Spazio

via Locri 44, Roma

(traversa di Via Sannio, a 100 metri da Metro S. Giovanni) 06.77076486 – 06.77204149

“Oggi drammaturgia – Inedite visioni”

Il pubblico è il nostro interlocutore e il coprotagonista delle serate ove diviene scrittrice o scrittore ideale che, al termine della parte performata del testo, immaginerà inizio o fine delle pièce e si inoltrerà con artiste/i nel senso dell’esistenza stessa dei personaggi. Personaggi che sono testimoni intellettivi e sensibili delle domande che affannano i nostri giorni, il nostro tempo, insomma quest’oggi scoperto e tormentato dove tutto sembra imploso o eccessivamente esposto, ove tutto pare appartenerci e tutto sfugge nell’eterna domanda: chi siamo noi nell’amore, nella fede, nella speranza?

Ogni giorno un doppio appuntamento

il I testo dalle 19:00 alle 20:15
il II testo dalle 21:00 alle 22:15

Ingresso gratuito
Tessera 5,00 € valida per tutte le serate
Nell’intervallo (40 min.) è possibile degustare il buffet del Teatro lo Spazio al costo di 7,00 €

Un progetto del Centro Nazionale Drammaturgia Italiana Contemporanea (CENDIC)

Ideato da Maria Inversi

A cura di Maria Inversi, Giuseppe Manfridi, Maria Sandias, Daniela Ariano ed Emanuele Carboni

Direttori Artistici Teatro Lo Spazio

Alberto Bassetti e Francesco Verdinelli

Organizzazione

Natascia Sollecito Mascetti

Lunedì 7 gennaio 2013

ore 19

Tecnologico umanizzato: Una storia sbagliata di Andrea Virili (Terni)
Cosa rimarrà del messaggio di De André nel 2345? Una commedia surreale e divertente sulle manie tecnologiche.

ore 21

Legami familiari: Sonata in do minore n° 8 op. 13 di Giancarlo Loffarelli (Sezze) Un anziano musicista e la sua giovane badante in un incontro-scontro.
Con l’autore e Luigina Ricci.

Martedì 8 gennaio 2013

ore19

Mito: Oleandra porta due cuori di Lina Maria Ugolini (Catania)
Muore il corpo di Oleandra che è simbolo di una terra oltraggiata da secoli. Con Tiziana Bellassai e la regia di Gianni Salvo.

ore 21

Solitudine: Filemone al cimitero di Cortina di Paolo Puppa (Venezia)
Incapace di elaborare il lutto vedovile, un anziano dialoga col loculo della moglie in mezzo alle montagne.
Con l’autore.

Mercoledì 9 gennaio 2013

ore 19

Donne allo specchio: Foemina non ridens di Violetta Chiarini (Roma) Ritratto scherzoso e caustico della società agli inizi del XXI secolo. Con l’autrice.

ore 21

Contesa: L’ultima rivelazione di Pier Paolo Fiorini (Roma)
Cristo si ribella. Un’epopea comico-tragica sul senso dell’abbandono, della morte e della libertà. Con l’autore e Marco Maltauro.

Giovedì 10 gennaio 2013

ore 19

Uomini allo specchio: Travestiti di Sabina Negri (Milano)
Una transessuale e un uomo di potere in cerca di affetto speciale. E se fossimo tutti “travestiti”? Con l’autrice.

ore 21

Politicamente scorretto: C’è sempre un altro inferno di Maria Inversi (Roma) condiviso con Dario Fertillio (Milano)
Cinquemila studenti massacrati a Pitest (1949-52). Il poeta, sua madre. Vittime e carnefici in un dialogo che cerca amore per costruire speranza.

Con l’autrice, Nicola Russo e Vincenzo Sartini.

*****

Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea (CENDIC)

Il 27 marzo 2012 si è ufficialmente costituito il Cendic, Centro Nazionale di Drammaturgia Italiana Contemporanea, dando vita a una entità analoga a quelle presenti in quasi tutti gli altri Paesi, per sostenere, sviluppare e tutelare in Italia quella specifica competenza, altrimenti a rischio di estinzione o di clausura, che è la scrittura teatrale, in tutte le sue forme.

Il Cendic è attualmente un movimento di oltre 170 scrittrici e scrittori di teatro (anche interpreti e registi), costantemente in crescita, nato per occupare un vuoto istituzionale e culturale, per sconfiggere l’apatia e l’indifferenza del sistema teatrale italiano e riportare l’autore e il testo al centro dell’attenzione creativa.

La scrittura teatrale è una professione altamente specializzata e in quanto tale richiede una formazione che si può definire permanente. Ecco perché il Cendic intende porsi come collettore di energie creative, tutelando e incentivando chi già esercita questa professione ma con l’obiettivo di diffondere una cultura teatrale ampia presso il pubblico e i giovani. Un organismo federale, con rappresentanze in tutte le Regioni, la cui filosofia è creare una rete di opportunità affinché la drammaturgia prodotta nel nostro Paese possa essere letta, valutata e sostenuta nell’approdo alla messa in scena. Tra gli altri numerosi scopi del Cendic c’è la catalogazione dei testi e dei video per la creazione di un archivio disponibile e consultabile da chiunque facilmente, la promozione e la diffusione del repertorio italiano contemporaneo in Italia e all’estero, la creazione di un rapporto attivo con Teatri Stabili e Istituzioni per l’istituzione della figura del drammaturgo di compagnia e il riconoscimento dei diritti degli autori nel campo della legislazione, del welfare e della fiscalità. Sono partner del Cendic: A.N.A.R.T.; ASSTeatro; Citttà del Teatro-Fondazione Sipario Toscana; Dramma.it; Italinscena; Outis; Riccione Teatro; SIAD; SNS Cgil; Sipario; Teatro delle Donne.

http://www.centrodrammaturgia.it

info@centrodrammaturgia.it

Tagged

Leave a comment

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s